Gianluigi Sordellini

Istruttore Gianluigi Sordellini

Ho studiato Arti Marziali sempre ed esclusivamente a qualsiasi altra forma di sport, iniziando dal classico Karate Shotokan, di Iroshi Shirai, quando per prendere una cintura marrone e non nera, non bastavano anni di pratica costante e dedizione.

Nel 1980 appena arruolato in Polizia, ebbi come destinazione Roma, e fu proprio lì che arrivai al Kung Fu Cinese Tradizionale, tramite la scuola di Paolo Cangelosi.

Per me fu amore a prima vista, tanto che se anche nel mio percorso, ho avuto dei momenti bui per le Arti Marziali, dovuto al tipo di servizio che espletavo in quegli anni, l’amore non si è mai affievolito. Successivamente inizio la pratica del Choy Li Fut con la scuola del GM Doc Fai Wong e sempre con la stessa scuola, anche la pratica del Tai Chi Chuan in stile Yang. Il percorso durò circa 6 anni poi si spezzarono alcuni equilibri e rimasi imprigionato nello studio dell’Hong Gar Nan Shaolin con il Sifu Bartolomeo Mancia.

Nessun Metodo come metodo, Nessun Limite come limite”

Negli anni a seguire sono stato in Cina, e più esattamente ad Hong Kong, in Malesia e in Thailandia, per motivi di studio Marziale, e per sentire il profumo di quei posti dove è nata l’Arte Marziale in genere. Una serie di viaggi spirituali ma anche volti alla scoperta storica di ciò che studiavo. Alla data odierna, gestisco un circolo APS denominato Università Magica Internazionale (UMI), nel quale oltre ad ogni tipo di attività culturale didattica, ho lasciato uno spazio dedicato solo ed esclusivamente allo studio delle Arti Marziali, nella speranza di poter riavvicinare i giovani alla “via” di questo bellissimo sport, oggi purtroppo lasciato intravedere come sport da combattimento, facendo cadere un velo sul significato della parola Tradizionale. Detto questo sono felice di essere nel progetto e spero di imparare tantissimo da tutti i Maestri qui presenti.

gianluigis@virgilio.it | +39 328.2318357 | www.umiproject.it