UN PO’ DI CHIAREZZA SULL’ AUTODIFESA
Agosto 17, 2019
FIGHT ONE & TATAMI ONE
Settembre 18, 2019

L’ISTRUTTORE COME LEADER

COME FARE AD ACCRESCERE UNA BUONA IMMAGINE

Innanzi tutto cominciamo a dire che raramente si formano Istruttori di Arti Marziali che non abbiano quell’immediata prestazione combattiva di alto livello. Va detto però che ci sono anche Istruttori  che non essendo grandi atleti insegnano ottimamente, perché comunque riescono a trasmettere bene ciò che hanno appreso e quindi sanno tirare su dei bravi atleti.

Per essere un buon Istruttore bisogna avere una buona conoscenza della tecnica specifica del proprio Sistema, bisogna conoscere le metodiche di allenamento e i vari metodi didattici per insegnare tutto ciò che si ha da dare!

Un bravo atleta è un bravo atleta.. gli allievi hanno bisogno di bravi Insegnanti. Ma questo non basta. Se sei un bravo insegnante ma i corsi poi sono vuoti, probabilmente possono esserci degli errori sia tecnici che di valutazione. Per essere un istruttore bravo e di successo bisogna essere molto professionali.

COSA FARE PER ESSERE UN LEADER

_mdb-database_imgup_026171310410513_10203933906246828_7000902720087540717_n

–  Fai che ogni prima esperienza dell’allievo risulti per lui memorabile. Fai in modo che lui si senta a proprio agio, chiamalo per nome fin dai primi incontri instaura con lui un rapporto confidenziale e amichevole.

–  Ascolta i ragazzi e mostrati disponibile quando hanno voglia di parlare con qualcuno.

–  Di tanto chiedi loro consigli su come dovresti variare i programmi delle lezioni che si tengono in palestra; considera i loro pareri e loro capiranno di essere importanti per te, non pensare che chiedere il loro parere ti sminuisca come istruttore, anzi, sarà una prova di grande umiltà.

–  Tratta i tuoi migliori allievi come tali e dimostragli che apprezzi sempre di più la loro presenza.

–  Non assumere la posizione di capo gruppo, ma comportati come uno di loro.

–  Tieni informati i tuoi allievi degli eventuali cambiamenti di programma.

–  Esalta la continua solidarietà del gruppo e la realizzazione di ogni singolo individuo, e dividi con loro i tuoi meriti ed i tuoi traguardi; includili come amici e avrai il loro sostegno.

–  Fa che i ragazzi credano ciecamente nelle loro potenzialità. Non spazientirti quando non riescono a fare qualche esercizio, ma sii disponibile e spiega loro il modo corretto per eseguirlo.

–  Dopo le lezioni fermati a parlare con loro; chiedi se sono stanchi e se sono rimasti soddisfatti.

–  Comunica costantemente la tua soddisfazione per un lavoro che gli allievi hanno svolto bene, questo darà loro grandi stimoli per continuare a fare sempre di più del loro meglio.

–  Sii sincero e onesto in tutte le conversazioni e gli incontri che hai con loro.. le persone apprezzano. Ricorda: la verità alla fine è la sola a vincere.

–  Mantieni la positività in tutto ciò che fai. La tua voce, i tuoi gesti e la scelta delle parole, sono gesti potenti e motivanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *